,

Come, Quanto e Quando programmare i post

Come programmare i post per i tuoi social aziendali

Sarà la mia naturale tendenza a voler tenere tutto, ossessivamente, sotto controllo, sarà che senza agende e fogli excell dimenticherei anche di mangiare,

quando ho visto la mole di lavoro aumentare, così come il numero di clienti e non volendo assolutamente far perdere qualità ai contenuti che propongo sia sui miei canali che su quelli dei brand e dei liberi professionisti che si affidano a me,

ho avuto la necessità di rivedere, affinare e perfezionare il modo in cui programmo il lavoro.

Perchè programmare i post con largo anticipo?

Programmare l’uscita dei vari post ti permette innanzitutto di risparmiare molto tempo!
Definisci precedentemente le energie e le risorse da dedicare alla creazione di contenuti, fai una scaletta ordinata di temi ed argomenti da trattare.

Fatto questo primo step, ti consiglio di realizzare subito le grafiche ed i testi di tutti i post.

Investendo alcune ore andrai a coprire un ventaglio temporale molto più esteso di pubblicazione dei tuoi post.

Ad esempio, quando mi occupavo di gestione social (adesso faccio solo formazione e consulenze) avevo l’abitudine di creare tutti i post per i miei clienti, entro metà mese. I clienti, tra il 15 ed il 21 del mese, ricevevano la programmazione completa del mese successivo.

Programmare significa risparmiare tempo ed energie!

In questo modo ho il tempo di:

  • rivedere alcuni errori,
  • fronteggiare senza nessun problema ogni imprevisto,
  • dare le necessarie attenzioni all’inizio di un nuovo progetto,
  • dedicarmi a post di real time marketing (che ovviamente non si possono programmare,
  • pensare anche ai miei contenuti (che, lo confesso, sono quelli più sacrificati a favore di quelli dei miei clienti),
  • se non sei un/una Social Media Manager questa pratica ti è utile per poterti dedicare al tuo business, al tuo effettivo lavoro, dedicando solo una porzione predefinita  di tempo, alla Comunicazione.

Se non programmi rischi:

  • di dimenticarti di pubblicare (ricorda: una presenza online richiede costanza),
  • di distrarti ed impiegare tantissimo tempo in più per ogni post,
  • di fare un lavoro un po’ superficiale e sbrigativo,
  • di non sapere che cosa pubblicare.

Quanti post dovrei pubblicare sui miei canali social?

Dipende da te.

E’ vero che più post pubblichi meglio è, ma è altrettanto vero che è meglio pubblicare poco ma con qualità, piuttosto che continui contenuti senza senso, con uno standard qualitativo altalenante e che il tuo target non percepisce positivamente.

Quanto Pubblicare?

In linea di massima ti consiglio:

  • su Facebook – 2 o 3 volte a settimana,
  • su Instagram – una presenza di almeno 5 giorni su 7 con le stories e minimo minimo un contenuto (post o reel) a settimana,
  • su Linkedin – almeno 2 o 3 post a settimana – concentrati anche sul fare rete e interagire coi contenuti dei colleghi o dei clienti potenziali.

Inoltre devi anche considerare che ogni piattaforma richiede un diverso quantitativo di contenuti.

Se prendiamo ad esempio Instagram e Facebook sono due social media molto diversi per:

  • per impostazione Grafica,
  • per abitudine d’utilizzo
  • e per algoritmo
Quello che funziona su uno dei due social non è detto che vada bene anche per l’altro!
 
Ti consiglio di rivedere e modificare lo stesso contenuto e pubblicarlo ad orari e/o giorni diversi, seguendo le indicazioni fornite dai dati insight di entrambe le piattaforme.

RICORDA: social diversi, abitudini di utilizzo diverse!

Instagram e Tik Tok sono due piattaforme bulimiche di contenuti, pensare di fare un post a settimana, ad esempio, potrebbe non risultare abbastanza efficace ed avere dei risultati abbastanza deludenti.

NB: non è detto che sia così, ci sono dei casi in cui i contenuti sono stati fatti così bene che non si tiene conto della quantità ma della qualità…

oppure ci sono casi in cui si è lavorato su strategie parallele come l’influencer marketing, ads o UGC – user generated content, in cui il profilo in questione rappresenta solo l’ultimo passaggio del funnel di vendita/prenotazione/conversione in questo caso non c’è il bisogno di avere contenuti aggiornati, è necessario “semplicemente” avere un profilo ben ottimizzato e la call to action deve essere chiara.

Doverosa precisazione. Per contenuti intendo tutti i tipi di contenuti: stories e post (foto, video, igtv…)

Pensa al tempo che hai a disposizione, di quali strumenti disponi per creare le grafiche o le foto per i tuoi post?

Su quali piattaforme pensi che possa essere utile avere una presenza online?

Una volta che hai risposto a queste domande, puoi andare a definire una quantità adeguata di contenuti.

Non hai proprio tempo per gestire autonomamente i tuoi canali? Pensa a quanto puoi investire per avere qualcuno che se ne occupi al posto tuo, andando a dedicare tempo ed energia in misura adeguata a quello che sarà il vostro accordo economico.

Il Piano Editoriale ed il Calendario Editoriale:

sono due strumenti che possono aiutarti molto nella definizione dei contenuti da pubblicare e ti permettono di risparmiare molto tempo durante la creazione dei post.

Piano Editoriale: Si tratta della pianificazione dei contenuti da pubblicare sui social media, su siti web o blog.

Uno schema generale per rendere più semplice la programmazione dei tuoi post.

Ricorda che puoi applicare questo schema a tutti i tuoi canali, ma tenendo sempre presente i tuoi obiettivi e la strategia che hai definito nella fase iniziale!

Qui vi riporto un esempio che si potrebbe applicare ad un azienda di generi alimentari. Ovviamente si deve vedere il caso specifico del singolo brand, se ci sono altri contenuti interessanti di cui parlare ecc… questi schemi spero vi possano aiutare a mettere a fuoco la differenza tra Calendario Editorale e Piano Editoriale.

Inoltre ci tengo ad evidenziare che è sempre consigliabile rivedere, modificare e rimaneggiare i contenuti da destinare alle diverse piattaforme.

Calendario Editoriale: è la declinazione di tale schema in modo più preciso, andando a definire esattamente che tipo di post pubblicare.

Su Internet trovi molti articoli su “giornate mondiali” ed eventi… se sono coerenti con la tua immagine puoi sfruttarli e creare dei contenuti in trend topics.

Se uno di questi eventi speciali dovesse coincidere (nel tuo piano editoriale) con un post di diverso tipo, preferisci quello che può avere maggior impatto strategico… ad esempio il post con gli auguri di Natale o Capodanno sono quasi “obbligatori”, ovviamente cerca di renderli attinenti al tuo brand e ai tuoi valori (ad es, l’azienda di generi alimentari potrà imbandire una tavolata con i loro prodotti).

Quelle che ti ho scritto prima sono regole generali, ci sono tante cose che entrano in gioco:

  • qual è il tuo business,
  • qual è il tuo target,
  • il tuo tone of voice…

SCRITTURA STRATEGICA DELLE DIDASCALIE SOCIAL

I testi dei tuoi contenuti social devono essere scritti avendo consapevolezza di come saranno poi fruiti sulla piattaforma social cui stai affidando le tue parole.

Saper scrivere bene, e saper scrivere una didascalia social efficace potrebbe non coincidere… o meglio, potrebbe essere utile studiare questo aspetto per adeguare la propria scrittura al mezzo digitale.

In questo videocorso – della durata di 40 minuti – troverai consigli e suggerimenti per scrivere con efficacia le tue didascalie.

Quando pubblicare sui social? Quali sono gli orari migliori?

Se vuoi utilizzare queste piattaforme per fare branding personale, per far conoscere il tuo business e comunicare con clienti potenziali… in questo caso, per performare al meglio, ottimizzare tempi ed investimenti ci sono alcuni aspetti di cui tenere conto.

 

Nelle prossime tabelle troverai i dati che riguardano gli orari in cui IN MEDIA si trova più traffico sui social e di conseguenza, in cui è preferibile pubblicare.

Prendili con le pinze: sono dati GENERALI. Ricorda sempre il tuo target di riferimento e pensa alle loro abitudini: “quando si trovano online?

QUANDO PUBBLICARE SU FACEBOOK:

  • Business to Consumer – 9.00/10.00 – 12.00/13.00 – 16.00/17.00
  • Business to Business – 9.00 – 15.00/16.00

QUANDO PUBBLICARE SU INSTAGRAM:

  • Business to Consumer – 8.00 – 12.00/13.00 – 18.30
  • Business to Business – 12.00/13.00 – 17.00/18.00 – 20.00/21.00

QUANDO PUBBLICARE SU LINKEDIN:

  • pubblicare sempre la mattina (circa alle 11.00) – mai nel fine settimana.

Quelli sopra sono dati generici, frutto della media generale degli utenti. Ti consiglio di dare uno sguardo anche ai dati Insight della tua pagina, per avere tutte le info precise su giorni ed orari in cui si registra più o meno traffico di utenti.

META BUSINESS SUITE

Oltre a pubblicare da pc su Instagram, è possibile anche analizzare i dati dell’account: la sezione “META BUSINESS SUITE” ti permette perfino di accedere alla stima del traffico futuro sulla tua pagina!

NB. L’account Instagram deve essere collegato ad una pagina Facebook, e devi essere amministrator* di entrambe per poter visionare i dati statistici e pubblicare da pc su entrambi gli account.

Esiste una piattaforma per programmare i post?

Sì, ne abbiamo parlato poco fa: si tratta di Meta Business Suite.

Vi suggerisco questa piattaforma perchè è quella ufficiale, messa a disposizione da Meta.

In quest’area puoi programmare i tuoi post e le inserzioni, avere una visione generale di tutte le pagine di cui sei amministratore e vedere dati insight.

I passaggi per accedere a questa piattaforma sono molto intuitivi, per pubblicare basterà fare click su “CREA POST”.

Facendo click su “libreria dei contenuti” puoi accedere all’archivio dei post: tutti pubblicati, programmati e bozze.

Puoi perfino impostare direttamente qui le sponsorizzate dei post.

Se hai collegato il profilo Instagram alla pagina Facebook, cliccando sull’icona in alto al centro, potrai accedere al pannello di controllo direttamente dal computer (vedi le immagini più in alto).

Su Meta Business Suite trovi le stesse funzioni sia per Facebook che per Instagram: puoi visionare tutti i profili che gestisci, l’archivio dei post, pubblicare direttamente dal pc sul tuo profilo Instagram (ottimo per non far perdere di risoluzione immagini e foto che hai sul computer).

Cosa pubblicare sui social?

Se la tua difficoltà non risiede tanto nel programmare i contenuti quanto, piuttosto, nell’avere argomenti e idee di cui parlare:

Nella comunicazione e soprattutto sui social, non esiste la soluzione magica, giusta e perfetta per tutti… devi solo metterti alla prova per scoprire quello che fa al caso tuo!

PROVA- ANALIZZA – RIPROVA

Se hai domande o dubbi, scrivimi pure su Instagram @delrosso.giulia

Un saluto, Giulia

Articolo aggiornato il 28/03/2024

Share

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Il tuo carrello
Shop cart Il tuo carrello è vuoto