Cali di Views nelle stories: cosa fare

LE VIEWS ERANO CALATE DRASTICAMENTE

È frustrante vedere un calo nel coinvolgimento dopo un periodo di assenza, soprattutto quando il tuo lavoro dipende in gran parte dall’efficacia della tua presenza online.

Per superare questa fase, puoi iniziare da questo articolo! Troverai:

  • consigli
  • step pratici
  • la mia soluzione

Ricorda che le visualizzazioni sui social media non sono l’unica misura del tuo successo professionale. Fai del tuo meglio per mantenere la concentrazione sui tuoi obiettivi a lungo termine e sulla qualità del tuo lavoro.

È CAPITATO ANCHE A ME

Se mi segui da un po’ saprai che a marzo 2021 ho preso il Covid (originale eh?!).

Non è stato davvero un bel periodo e, in più, ho festeggiato il mio 30esimo compleanno in quarantena.

É stato un mese che mi ha davvero provato… un mese in cui sono sparita quasi totalmente dai social e ho smesso di pubblicare regolarmente post e stories.

Stavo male, fisicamente ed emotivamente… ero anche molto preoccupata per mio padre che, sempre causa Covid, è stato ricoverato per 10 giorni in ospedale.

Quando la situazione si è stabilizzata, e sono tornata a lavorare “normalmente”, ho percepito il problema:

VISUALIZZAZIONI DELLE STORIES AI MINIMI STORICI!

Non so se è successo anche a te, ma dopo un periodo così lungo di assenza, fai fatica a riprendere il vecchio ritmo e a macinare i numeri di una volta (parlo di interazioni e views).

Quando sono tornata operativa (escluso il boom di views del giorno del rientro) mi sono trovata davvero in difficoltà:

  • Senso di colpa
  • Frustrazione
  • Ansia da prestazione
  • Sindrome dell’Impostore…
  • e, per non farsi mancare nulla, anche un calo drastico delle views.

Il problema, di per sé, è che le storie mi hanno sempre aiutato a vendere (almeno il 90% dei miei clienti si è convinto a scrivermi dopo aver visto delle stories), quindi un numero basso di views mi ha azzoppato le richieste di preventivi e di consulenze.

Ecco Giulia, dobbiamo cavarci le gambe perchè sennò qui non si fattura più con le consulenze”.

Questa è la frase che mi ripetevo durante le notti insonni… rimuginavo (e mi rigiravo nel letto), cercando una soluzione.

Considera anche che, all’epoca, il peso della famiglia era interamente sulle mie spalle (ne avevo parlato in questo post) quindi ero davvero preoccupata: come avrei pagato affitto e bollette?

UNA PRIMA SOLUZIONE

La soluzione era davanti ai miei occhi, ho ripreso a fare quello che ho sempre fatto meglio e con più passione:

cioè curare al massimo l’estetica delle stories….

La prima stories della giornata può influenzare le views di tutto il giorno: se è bella e genera interazioni, ti darà un boost di visualizzazioni durante tutta la giornata.

Io ho visto la differenza, sia sul mio profilo che su quello dei miei clienti.

PERCHÈ PARTIRE DALL’ESTETICA

Ti racconto una piccola cosa di me: ho frequentato il Liceo Artistico e successivamente ho intrapreso una facoltà universitaria che dava grande spazio alla Storia dell’Arte.

Voglio soffermarmi e condividere con te una riflessione.

La cosa bella dell’aver fatto questo percorso di studi, è la forma mentis che mi ha dato: un approccio alla composizione delle immagini che mi è tornato molto utile nel mio lavoro e nel dare un’estetica di un certo tipo alle storie che creo per me e per i miei clienti.

(nella foto, una me 17enne tra i Banchi del Liceo Artistico di Lucca – 2008).

Sai cos’ho scoperto, testando e sperimentando con font e pennelli?

Che le storie, se fatte in una certa maniera e rispettando alcune regole visive, portano a un aumento di visualizzazioni e interazioni (e questo già lo sai) ma anche a un’altra cosa.

Le STORIES (belle) ti fanno vendere.

C’è una cosa che devi tenere bene a mente quando crei le tue storie:
le persone danno molta, moltissima importanza – anche se non lo ammettono o non ci pensano – all’aspetto estetico, ai colori, alla composizione e all’utilizzo di elementi decorativi.

GLI STEP PRATICI

Non è nulla di trascendentale, ma sono piccole cose che fanno la differenza e che molto spesso ci dimentichiamo di fare e che hanno un grosso impatto sulle persone che le guardano.
Soprattutto quando ho lanci o periodi di vendita, piuttosto che pubblicare tanto per farlo, investo quei 5 minutini in più per creare storie fatte BENE.

Gli step pratici che ho seguito per migliorare la copertura delle stories:
  • Testi leggibili (questo post potrebbe esserti utile se hai dei dubbi),
  • Immagini, colori ed elementi coerenti col mio profilo,
  • Ragionare prima per call to action e obiettivo e strutturare di conseguenza la composizione,
  • Ho creato dei template da usare per i quiz, per la ricondivisione dei post, per stories più testuali
  • Ho creato degli elementi scontornati con Canva come decorazioni
  • Ho creato dei format e delle routine per creare un legame con la community
  • Ho privilegiato un piano editoriale volto alla soluzione di determinate problematiche del target, piuttosto che di sola presentazione dei prodotti o servizi.

Tutte queste soluzioni che ho usato mi hanno aiutato a far rialzare il counter delle stories.

Mi hanno aiutato a dare una sferzata alle views delle stories (a fine marzo 2020, quando mi sono presa una pausa a causa del Covid) e adesso mi aiutano a mantenerle regolari, nonostante i vari BUG che ci accompagnano sempre più assiduamente.

RECAP:

Tieni a mente questi 3 consigli per aiutare a vendere con le stories e a migliorare le visualizzazioni:

  • l’estetica condiziona le visualizzazioni,
  • curando il visual si vende con più facilità,
  • struttura un PED (per post e stories) pensato con strategia, poi le vendite vengono da sé. 

Come avrai già letto più in alto, il mio segreto per aumentare le visualizzazioni è quello di puntare molto sull’estetica della prima stories della giornata per avere un boost iniziale!

SOLUZIONE:

Il mio Videocorso STORIES BELLINE, è stato pensato proprio per questo, per aiutarti ad usare le stories come un efficace strumento di marketing per raggiungere i tuoi obiettivi di business.

1° modulo: ALGORITMO e aspetto tecnico

Come funziona l’algoritmo delle stories – durata totale 1° modulo: +62 minuti

2° modulo: composizione ESTETICA

Composizione ed estetica con gli strumenti di IG – durata totale 2° modulo: +55 minuti

3 modulo: pratica

Oltre 65 tutorial pratici per le tue stories (sia per ios che per android) + Accesso a grafiche ed elementi scontornati da poter scaricare ed usare nelle proprie stories.

COSA NON FARE

Per evitare che la tua community skippi le tue stories cerca di fare sempre attenzione al lato estetico:

  • non devono essere solo BELLE,
  • devono essere costruite secondo dei principi di armonia e composizione.

L’occhio umano ha BISOGNO di armonia, di contro associa emozioni negative ad immagini caotiche:

  • NO troppo cariche, troppo piene di elementi,
  • NO senza una gerarchia degli elementi (evidenzia i concetti principali).

Inoltre, se ragioniamo in ottica business sui social, le stories devono rispettare dei principi di efficacia.

Se il nostro OBIETTIVO è quello di:
far leggere un testo un po’ più lungo ➡️ dividi in paragrafi, no muro di testo
far fare click su uno sticker ➡️ non lo posizionare troppo in alto o troppo in basso.

Per qualsiasi dubbio, puoi contattarmi in direct su Instagram, o fissare una call gratuita.

Un saluto, Giulia.

Share

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Il tuo carrello
Shop cart Il tuo carrello è vuoto